Confédération Européenne des Détaillants en Tabac

Confederazione

La Confédération Européenne des Détaillants en Tabac (CEDT), fondata nel 1970, è un Gruppo Europeo di Interesse Economico, iscritto al Registro per la Trasparenza con il numero 85326064523-94, che riunisce le associazioni nazionali dei dettaglianti del tabacco, nel rispetto del Regolamento CEE 2137/89.

Lo scopo principale della CEDT è quello di promuovere gli interessi di circa 150.000 dettaglianti di tabacco europei, professionisti al servizio dello Stato e dei cittadini, ai quali garantiscono la legalità del circuito di vendita, la genuinità e la qualità di prodotti peculiari come quelli del tabacco, per un consumo adulto e consapevole, nel rispetto delle norme nazionali ed europee in materia sanitaria.

Il nostro obiettivo è quello di promuovere e sostenere un costante dialogo con le Istituzioni e con gli stakeholders per garantire alle nostre piccole imprese familiari la possibilità di operare in un quadro regolamentare chiaro, improntato all’equilibrio ed alla proporzionalità. Sosteniamo ogni iniziativa utile al riconoscimento del nostro ruolo di presidio di legalità, contro ogni fenomeno di contrabbando, contraffazione e di illecito, per la valorizzazione di un sistema di vendita controllato dallo Stato.

Sosteniamo la necessità che i tabacchi lavorati siano venduti esclusivamente attraverso canali controllati, operanti a licenza o concessione.

news

    x
    • 2019/08/27

      GERMANY : THE CEDT IS PARTNER OF INTERTABAC

      This year, the CEDT is partner of the INTERTABAC exhibition that will take place in Dortmund from 20 to 22 september. The CEDT will give a lecture in english on the tobacco retailers network in Europe on Saturday 21 septembre at 4 p.m. After a brief introduction about the CEDT missions, representatives from different European tobacconists associations will report about the current situation in their home markets. For more information on the event click on :

      INTERTABAC CEDT LECTURE PROGRAMME

       

    • 2019/07/24

      Italia: incontro tra direttore ADM e omologo austriaco

      The Manager of the Customs and Monopoly Agency, Benedetto Mineo, welcomed on 23 July the General Manager of the Austrian Tobacco Monopoly Agency Hannes Hofer and his Deputy Chief Executive Officer Ernst Koreska, at the Agency's headquarters at Piazza Mastai in Rome. The meeting was part of the institutional relationships between the European administrations responsible for regulating tobacco products. Among the topics discussed, distributing and selling tobacco products in both countries were a key part of the discussions. Moreover, the emphasis was placed on comparing the rules of location and implementation of tobacco shops, the types of products concerned and the ban on sales to minors.

      Source: FIT - Italian Federation of Tobacconists

    • 2019/07/04

      Hungary: Bill would limit e-cigarette sales to state-run tobacco shops

      A bill submitted to Parliament early in June by an MP of governing Fidesz would limit sales of electronic cigarettes and e-cigarette cartridges to the state-run network of tobacco shops, Hungarian news agency MTI reports. The bill would reduce the excise tax on e-cigarette cartridges from HUF 55 to HUF 20 per millilitre (from 0.16 euros to 0.06 euros), but apply the tax uniformly to nicotine-free e-cigarette cartridges. The bill would also reduce the number of tobacco shops in the country by raising the population threshold per shop from 3,000 to 4,000. The bill was submitted by János Lázár, the prime minister’s commissioner for the defence of non-smokers.

      Source: Budapest Business Journal

       

    • 2019/07/03

      Greece: kiosks renters can pay cash tobacco products up to 500 euros

      A government amendment published on 3 April brought significant changes related to the payment conditions for tobacco products granted to the tobacconists. As part of the negotiations between the government and the various professional associations, the Greek Federation of Kiosks Renters, which has earned a high recognition as the second largest trade union of tobacconists in Greece, managed to obtain significant changes, thus avoiding serious impacts on the work of kiosk managers. Besides, most of its requests have been granted. In fact, all tobacconists can still pay in cash up to 500 euros their delivery of tobacco products. In addition, they no longer need to present a criminal record to wholesalers to purchase tobacco products. In addition, they can pay their tobacco products invoice in several instalments, but in a single currency. However, tobacco products invoices cannot contain any non-tobacco items. Some current account issues have not yet been resolved and will be subject to further changes.

      Source: Greek Federation of Kiosks Renters

    • 2019/06/20

      Austria: Radio Trafik - Tobacconists go on air!

      RadioTrafik is a modern radio specially designed for Austrian tobacconists and available only in their outlets, with targeted advertising. RadioTrafik is free since is funded by the advertising revenue. The radio broadcasts General news in real time and issues forecast weather. RadioTrafik's ads target customers directly at the tobacco shops by informing them on the products available at the tobacconists’, such as tobacco products, lotteries, sports betting, newspapers, e-loading, etc. Out of hours, the radio informs on the Trade Union and professional news, the services, and broadcasts news to the "trafiken" and their employees.  And then, with Easy-Pop-Music, RadioTrafik creates a pleasant atmosphere of well-being in the tobacco shops. RadioTrafik has the technical ability to target tobacconists directly with tailor-made information - both regionally (for example, news from the national committees) and a cluster. Currently RadioTrafik can be heard all day at about 260 tobacconists and should be available at 500 tobacconists’ by the end of 2019. For further information, click on www.radiotrafik.at

      Source: WKO - Austrian Association for tobacconists

    • 2019/06/20

      Italy : outlawed the sale of cannabis light

      The Italian Court of Cassation has just declared illegal the sale of light cannabis products such as leaves, inflorescences, oils and resin, through the cultivation of cannabis sativa L., because the sale does not fall under the law. not. 242 of 2016. Therefore, the sale of these derivatives includes the transfer of products, the sale, and the marketing to the general public of narcotics that the Italian law punishes with a prison sentence, unless these products are devoid of drug effects. This sentence seriously questions the legitimacy of more than 2,000 specialised shops. FIT reminded its members not to market such products, at least until the publication of the reasons for the award.

      Source : FIT - Italian Tobacconists Federation

    • 2019/06/20

      France : Big tobacco must pay clean-up fee for cigarette butts

      It has been confirmed that the tobacco industry will have to create an EPR (extended producer responsibility) network, eventually providing funding for the collection, sorting and recycling of cigarette butts. This is part of the draft law on the Circular Economy of the Secretary of State for Ecology, Brune Poirson.

      Source: Confédération Nationale des Buralistes

    • 2019/05/05

      FRANCE: A French government call for tender for cash tax payments

      According to the Budget Minister, Gérard Darmanin, 50% of the people who go to the treasure-house pay fines or taxes in cash. Therefore, the French Government has called for tender so that networks like the Post Office or the tobacconists can be the place for cash tax payments.
      According to the Webhelp report that was presented to the Budget Minister, outsourcing certain public services (user reception, receipt of documents, appointment making, restoration, human resources, finances...) would make it possible to clear 35 billion euros in savings to the State budget.
      Source: Confédération des Buralistes 

    Close News

    Press Room

    Multimedia

    Inauguration of the CEDT premises


    Lettera ai Candidati - Elezioni europee 2019

    Video della manifestazione di BRUXELLES

    x

    Comunicati Stampa

      Eventi

        x
        • 2019/09/24

          DUE NUOVI MEMBRI ADERISCONO ALLA CEDT

           

          In occasione dell'Assemblea generale della CEDT, tenutasi presso la sua sede a Bruxelles il 24 settembre scorso, sono state ammesse come nuovi membri della CEDT due associazioni nazionali: Prodipresse, associazione belga il cui presidente è Xavier Deville e MUT, associazione tedesca il cui presidente è Horst Goetschel. Prodipresse è l'organizzazione professionale dei librai indipendenti francofoni in Belgio. La MUT è l'organizzazione professionale che rappresenta le piccole e medie imprese del settore del tabacco, in particolare i dettaglianti di tabacco.

        • 2019/09/24

          CONFERENZA DELLA CEDT ALLA FIERA INTERTABAC

          .

          Da sinistra a destra: Giovanni Catelli (Italia) Theo Mallios (Grecia) Elena Viana (Spagna)
          Philippe Coy (Francia) Peter Schweinschwaller (Austria) Antal Lengyel (Ungheria)

           

          La CEDT, partner di Intertabac, la più grande fiera internazionale del tabacco al mondo, ha organizzato in occasione dell'edizione 2019 una conferenza sul futuro della rete europea di vendita al dettaglio del tabacco. Per la prima volta è stata presentata la rete europee di punti di vendita al dettaglio del tabacco organizzati e regolamentati.
          Il presidente della CEDT Peter Schweinschwaller, che ha presentato l'organizzazione, le funzioni e i relativi progetti, ha sottolineato: " In passato, i nostri interessi non sono mai stati presentati, ci siamo persi nella folla di visitatori di Intertabac. Ora siamo usciti allo scoperto. I nostri messaggi sono stati trasmessi. "
          Durante la conferenza, i rappresentanti delle organizzazioni greche, ungheresi, italiane, spagnole, austriache e francesi hanno presentato le questioni principali di attualità nei loro rispettivi paesi.
          L'Italia ha sottolineato l’importanza del ruolo e della figura del tabaccaio: un professionista munito della necessaria formazione per la vendita di prodotti sensibili come il tabacco. Inoltre, l’Italia ha sottolineato la necessità di regolamentare chiaramente i prodotti di nuova generazione e in particolare la cannabis detta light.
          La Francia ha fatto riferimento al suo progetto di trasformazione dei tabaccai per rimanere al servizio dei cittadini nel quadro di una politica di forte aumento dei prezzi del tabacco.
          La Spagna ha denunciato due importanti questioni relative al traffico illecito: l'emergere di circa 30 fabbriche di sigarette clandestine e il contrabbando di foglie di tabacco.
          L'Austria ha illustrato le specificità del suo sistema di distribuzione, che richiede una percentuale di invalidità di almeno il 50% e un basso reddito per concedere una licenza ad un tabaccaio.
          La Grecia ha sottolineato la particolarità storica dei suoi chioschi nelle strade dove i pacchetti di sigarette non sono visibili al pubblico.
          L'Ungheria ha sottolineato l'intenzione del suo governo di vietare completamente la vendita di tabacco nell’arco di 20 anni.
          Tutti i paesi hanno sottolineato l'importanza del ruolo dei tabaccai nel quadro dei recenti sviluppi del mercato dei prodotti di nuova generazione e della cannabis detta light.

           

           

           

        • 2019/09/24

          INAUGURAZIONE DELL'UFFICIO DELLA CEDT

          Il 24 settembre 2019 la CEDT ha inaugurato i suoi nuovi uffici a Bruxelles alla presenza dei suoi membri, dei parlamentari europei e dei rappresentanti delle principali istituzioni europee. In un'atmosfera conviviale, il Presidente della CEDT ha presentato la squadra di presidenti nazionali delle sue otto associazioni europee.

          Nel ringraziare gli ospiti per l'interesse suscitato nei confronti dell'organizzazione attraverso la loro presenza, il Presidente Peter Schweinschwaller ha sottolineato che la CEDT è una rete di 160.000 imprese familiari con 600.000 dipendenti in tutta Europa: professionisti al servizio dei rispettivi Stati e cittadini in grado di garantire la legalità di una rete commerciale, l'autenticità e la qualità di prodotti sensibili come il tabacco, nel contesto di un consumo adulto e responsabile.

          In conclusione, il Presidente ha espresso la volontà di instaurare un dialogo permanente con le istituzioni e tutti gli stakeholder per consentire ai rivenditori di tabacco di operare in un quadro normativo chiaro ed equilibrato.

        • 2019/07/23

          INCONTRO A ROMA DEI DIRETTORI DEI MONOPOLI ITALIANI E AUSTRIACI

          Da sinistra a destra : Ernst Koresta (Vice-Direttore dell'Agenzia dei Monopoli Austriaca), Giovanni RIsso (Presidente della della FIT), Hannes Hofer (Direttore dell'Agenzia dei Monopoli Austriaca), Barbara Toxiri (Direttore degli Affari Europei della FIT), Marco Ganassi (Reparto degli Affari Europei della FIT), Stefano Bartoli (Direttore Generale della FIT) e Gianluca Basso (Reparto degli Affari Europei della FIT)

          Prima dell’incontro con il direttore dell’Agenzia Dogane e Monopoli, Benedetto Mineo, il direttore dell’agenzia omologa in Austria, Hannes Hofer, e il suo vice-direttore, Ernst Koresta, sono stati accolti presso gli uffici della Federazione Italiana Tabaccai per un veloce scambio di idee sulla situazione economica della categoria in Europa. Hofer ha riferito che le due Agenzie dei monopoli lavoreranno insieme per coinvolgere anche le altre autorità di regolamentazione europee che hanno un sistema simile.

          Un primo incontro tra Mineo (a sinistra) e Hofer (a destra) presso l’Agenzia in Piazza Mastai a Roma nell'ambito dei rapporti istituzionali tra le amministrazioni europee incaricate della regolazione dei tabacchi. Gli argomenti al centro dei colloqui: distribuzione e vendita dei tabacchi nei due Paesi, confronto sulle regole di localizzazione e istituzione di rivendite e il divieto di vendita dei prodotti di tabacco ai minori.

        • 2019/07/10

          MANIFESTAZIONE DEI TABACCAI A ROMA

          «La lotta dei tabaccai italiani è quella di tutti i tabaccai europei»

          L’8 maggio 2019 migliaia di tabaccai hanno manifestato in piazza a Roma per opporre alle scelte politico-economiche del Governo le ragioni di tutta la categoria. Arrivati nella Capitale da tutta Italia, i tabaccai, in qualità di imprenditori, hanno invocato politiche lungimiranti sui prodotti da fumo, anche quelli di nuova generazione, e sul gioco pubblico.

          Il presidente della CEDT, Peter Schweinschwaller, era presente a Roma lo scorso 8 maggio per sostenere in prima persona i tabaccai italiani, in occasione della manifestazione di protesta #salviamoiltabaccaio. «La vostra lotta è la nostra lotta!»: è con questo motto che il Presidente della CEDT, Peter Schweinschwaller, ha lanciato il messaggio di solidarietà a migliaia di tabaccai provenienti da tutta Italia e riuniti a Roma in quella che è stata una giornata veramente speciale per tutta la categoria, dove si è sollevato un messaggio chiaro: #salviamoiltabaccaio.

           

          Giovanni Risso, il presidente della FIT è stato chiaro sulle esigenze della categoria dichiarando: siamo agguerriti e determinati ad avere risposte. A partire dal tabacco, il prodotto che ci identifica, quello che lo Stato ci ha concesso di vendere e per il quale siamo pagati ad aggio. Ebbene quell’aggio è fermo a 27 anni fa. È ora di rivederlo al rialzo e anche con qualche distinguo. Mi riferisco ai prodotti di nuova generazione per i quali chiediamo un aggio differenziato rispetto a quello dei tabacchi tradizionali, ben più tassati”.

          Grazie alla partecipazione dell’attuale Presidente del Parlamento Europeo, Tajani, il quale ha sempre mostrato attenzione alle istanze della categoria e grazie al Presidente della CEDT, il messaggio non è rimasto a Roma ed è arrivato dritto fino a Bruxelles. Peraltro, Tajani ha dichiarato sul palco davanti ai tabaccai: A Bruxelles troverete sempre un amico, che sostiene i diritti di chi, come voi, rispetta le regole e le fa rispettare. Ha anche salutato il grande ruolo sociale e di prossimità svolto dalla categoria.

          I tabaccai italiani come i colleghi europei, tutti rappresentati dalla CEDT dicono un accorato appello: «Vogliamo essere ascoltati!».

        • 2019/02/21

          LA CEDT IN VISITA AI COLLEGHI TABACCAI UNGHERESI

          Il 23 novembre 2018, i membri della CEDT, su invito del Presidente dell’Alleanza Tabaccai Ungherese, nonché tesoriere della Confederazione, Antal Lengyel, hanno visitato la fiera nazionale dei rivenditori di generi di monopolio ungheresi e partecipato alla loro conferenza. Un evento molto importante per tutto il settore, cui hanno partecipato anche rappresentanti del mondo politico ed istituzionale magiaro.

          I tabaccai europei al Parlamento ungherese

          I componenti della CEDT hanno visitato il Parlamento della Repubblica ungherese e sono stati ricevuti dal Vicepresidente del Parlamento, on. Istvan Jakab, con cui vi è stato un cordiale e proficuo scambio di vedute sui problemi legati all’approvazione di alcune norme in materia di tabacco. Jakab, non solo si è congratulato per gli ottimi risultati economici della categoria in Ungheria ma anche per la diminuzione del tabagismo a seguito dell’introduzione del Monopolio di Stato per la vendita al dettaglio dei prodotti di tabacco.

          Il pacchetto neutro non convince nessuno

          In occasione della conferenza organizzata dall’Alleanza Tabaccai Ungherese si è rafforzata l’idea che il pacchetto neutro non abbia concreti effetti sulla riduzione del tabagismo, come dimostra l’esperienza francese. A seguito di serrati confronti fra autorità ungheresi e rappresentanti del Sindacato magiaro dei tabaccai, sostenuti dalla CEDT, il governo di Orban ha deciso di rimandare l’introduzione del pacchetto neutro al 2022 invece del mese di maggio 2019.


          on. Istvan Jakab (terzo da destra), il presidente dell’Alleanza Tabaccai Ungherese Antal Lengyel (secondo da destra) insieme ai componenti della CEDT

          Indispensabile l’esclusiva di vendita di prodotti diversi dalle sigarette tradizionali in Ungheria

          È solo da cinque anni che ha scelto la via del monopolio della vendita al dettaglio dei tabacchi, eppure l’Ungheria è la prova più recente che questo tipo di vendita è la garanzia di un maggior controllo della qualità e prevenzione del tabagismo minorile. Pertanto, di fronte a possibili vendite illegali dei prodotti da fumo di nuova generazione diversi da quelli tradizionali sembra urgente l’adozione delle stesse misure stabilite per i prodotti del tabacco.

        • 2019/02/11

          NUOVO COMITATO ESECUTIVO PER LA CEDT

          Il 6 febbraio scorso l'Assemblea Generale della CEDT si è riunita presso la sede di Bruxelles per eleggere il nuovo Presidente ed il Comitato Esecutivo


          da sinistra a destra : Philippe Coy Vice-Presidente (Francia), Mario Espejo Aguilar Membro (Spagna), Theodoros Mallios Membro (Grecia), Peter Schweinschwaller Presidente (Austria), Giovanni Risso Segretario Generale (Italia), Antal Lengyel Tesoriere (Ungheria)

          Peter Schweinschwaller (Austria) è stato eletto Presidente, Philippe Coy (Francia) vice-presidente, Giovanni Risso (Italia), Segretario Generale e Antal Lengyel (Ungheria) tesoriere.

          Il programma di Peter Schweinschwaller, rappresentante dei dettaglianti austriaci di tabacco, è quello di valorizzare e far conoscere alle istituzioni europee il ruolo sociale ed economico di questa rete di esercizi di prossimità costituita da 150.000 punti di vendita che accolgono il 40% della popolazione europea. Inoltre, vorrebbe includere nella Confederazione nuovi membri da altre associazioni europee di dettaglianti di tabacco con interessi convergenti con quelli degli attuali membri. Intende rinforzare i contatti all'interno della filiera tabacco per lottare più efficientemente contro il mercato illegale.


          da sinistra a destra : Philippe Coy, Vice-Presidente and Peter Schweinschwaller, Presidente della CEDT

          Nell'ambito delle sue prime missioni, il presidente Peter Schweinschwaller svilupperà insieme alla sua squadra una posizione comune sui prodotti assimilati al tabacco, grazie ad una costante interazione e confronto con tutte le componenti interessate: membri CEDT, attori istituzionali e operatori del settore. Inoltre, Peter Schweinschwaller considera che gli scambi quotidiani con i cittadini europei e una miglior conoscenza della nostra rete di vendita, basata su un sistema di autorizzazioni e licenze, controllata in modo puntuale dalle autorità regolatrici, sia una risorsa importante per sviluppare una comunicazione efficace sui temi di sanità pubblica.


          da sinistra a destra : Ernst Koresta, Vice-Presidente dell'Amministrazione dei Monopoli austriaca, Prirschl Josef, WKO Chairman

        • 2019/01/03

          LA CEDT RIUNITA A ATENE PER ANTICIPARE LE TENDENZE

          Lo scorso 19 giugno, i membri della Confederazione Europea dei Dettaglianti di Tabacco si sono riuniti ad Atene per parlare delle priorità del settore e dell’andamento e tendenze di mercato.

          Il presidente della Federazione dei Rivenditori Greci Theodoros Mallios, che ha accolto i partecipanti con un caloroso benvenuto ed una squisita ospitalità, ha spiegato che in Grecia la maggior parte dei prodotti del tabacco è venduta nei chioschi. Ciononostante, dal 2010, questi esercizi sono scesi da 12.000 a 6.000 punti di vendita all’incirca. Una diminuzione fulminea, dovuta alla crisi ma anche a un rialzo incredibile della fiscalità del tabacco. Per fronteggiare la situazione, i titolari dei chioschi greci sono stati costretti a modificare strutturalmente i loro punti vendita pur mantenendone il carattere peculiare di elementi di animazione di quartiere.

          Inoltre, il direttore ufficiale del monopolio austriaco, Hannes Höfer, invitato a partecipare a questa riunione, ne ha approfittato per annunciare la sua intenzione di sviluppare interscambi costanti con le autorità regolatrici dei paesi membri della CEDT.

          La tracciabilità dei prodotti del tabacco definita dall’ultima direttiva europea è stato un argomento fondamentale della riunione, in quanto la sua attuazione sembra presentare alcuni elementi di preoccupazione legati a possibili oneri gestionali a carico dei dettaglianti di Spagna e l’Austria.

          In ogni caso, i membri della CEDT riconoscono che un sistema moderno di tracciabilità per il tabacco è uno strumento chiave nella lotta al contrabbando delle sigarette, a patto che la sua attuazione non generi costi straordinari per la categoria.

          Di fronte al dibattito attuale su una possibile regolamentazione della cannabis light, i sei membri della CEDT, rilevano grandi differenze giuridiche e commerciali in ogni Stato. Considerano che questo prodotto debba essere oggetto di una regolamentazione europea, al fine di permettere il controllo del prodotto fino al consumatore finale.


          Theodoros Mallios, presidente della Federazione Greca dei Chioschi

        Chiudi evento

        Contatti:

        Indirizzo

        Confédération Européenne des Détaillants en Tabac.
        Rue Montoyer, 31 B-1000 BRUXELLES
        Phone: +32 (0) 7721305